Siamo finalmente lieti di affermare che, nonostante l’emergenza sanitaria, potremo tornare presto a visitare paesi vicini e lontani!!

In questi giorni sia l’agenzia nazionale italiana del turismo, sia Dario Franceschini, ministro ai beni culturali e del turismo, hanno confermato questa prospettiva. Rimarrà dunque intatta la possibilità di trascorrere una vacanza sostenibile nel Mugello.

In non poche culture la crisi è anche un’opportunità. Questa situazione di difficoltà potrebbe aiutarci a prediligere e incentivare una nuova forma di turismo. Un turismo consapevole, meno impattante dal punto di vista ecologico e che superi le storture del turismo di massa.
Tutti gli operatori si dovranno impegnare più di prima per dare una nuova spinta progettuale al settore del turismo. Così potremo ripartire addirittura con maggiore energia, senza però dimenticarci la necessità di renderlo sicuro e sostenibile.

Il turismo è sostenibile quando tiene in considerazione l’impatto ambientale e socio-economico delle presenze in un dato territorio. D’ora in avanti renderlo tale è e sarà una necessità per rispondere alle esigenze dei clienti, dell’ambiente e delle comunità ospitanti.

Ed è proprio un turismo sostenibile e lento quello che da sempre vogliamo offrire con le esperienze autentiche proposte da Mugello&Tuscany.

Parliamo ancora della casa colonica toscana attingendo ad un breve saggio del prof. Italo Moretti dell’Università di Siena. La casa colonica sta all’origine della rinascita turistica della Regione Toscana. Senza casa colonica toscana oggi non ci sarebbero gli agriturismi di cui anche il Mugello è ricco.

L’immagine della campagna Toscana nel mondo è affidata all’archetipo del suo paesaggio. In questo caso le immagini letterarie, dal “Gran Tour” fino ai turisti contemporanei che hanno deciso di comprarvi casa o passarci le vacanze, si è sovrapposta ai paesaggi reali.

A questo proposito si può davvero sostenere che la campagna toscana rappresenti il paesaggio armonico ideale. Esso ha radici nella rinascita comunale del medioevo che porta all’affermazione soprattutto di Pisa, Firenze e Siena. Poi il Rinascimento ne ha sublimato i tratti cristallizzandoli nel bello assoluto.

Tuttavia l’umanizzazione equilibrata del paesaggio trae origine dalla mezzadria tipica proprio della campagna toscana. La mezzadria rendeva necessaria la costruzione di case coloniche sparse nella campagna toscana. Ciascuna colonica era generalmente destinata a 1 o 2 nuclei familiari. Ogni casa colonica aveva in cura un numero limitato di ettari di terreno. Quindi la distanza tra una casa e l’altra non era mai eccessiva. Al contempo non si rischiava mai di avere un sovraffollamento di case ma tutto era ben armonizzato nella campagna toscana disponibile.

Il 2019 celebra il 200 ° anniversario del Consolato Generale degli Stati Uniti a Firenze. Già ci sono stati diversi eventi nel corso dell’anno per celebrare gli americani a Firenze. Ancor meglio  si tratta della celebrazione della cultura italiana e americana vista in combinazione.

Infatti Il logo per l’evento, “Insieme 200presenta un’immagine che fonde due cupole. Si tratta naturalmente del Campidoglio di Washington e della cattedrale di Firenze. Il logo è stato progettato dall’artista americana Nina Peci, che vive proprio a Firenze. Il programma degli americani a Firenze contiene una serie di sorprese. Una galleria organizzerà importanti spettacoli di artisti contemporanei che lavorano negli Stati Uniti. Contemporaneamente vi è stata anche una mostra sull’arte del XIX secolo creata da artisti americani a Firenze.

 

Ha riaperto al pubblico venerdì 5 aprile 2019 il Parco con Villa Medicea di Pratolino. Il Parco Mediceo di Pratolino, riconosciuto patrimonio dell’Umanità dall’anno 2013, presenta importanti novità.

Intanto al Parco mediceo di Pratolino ritorna stabilmente ogni anno in maggio “Ruralia”. Si tratta di una kermesse metropolitana dell’allevamento, agricoltura, delle attività faunistico venatorie e deall’ambiente. Ruralia mette in moto la collaborazione delle principali associazioni di categoria attive sul territorio.

In Mugello dopo il MotGP all’omonimo autodromo, inizia l’estate al lago di Bilancino. Impossibile non pensare al Bahia Cafè quando si parla di estate al lago di Bilancino.

Il Bahia è un caffè balneare proprio sul lago di Bilancino. Qui è possibile fare praticamente tutto ciò che di solito offre uno stabilimento balneare d’acqua salata. Infatti già di prima mattina è possibile sdraiarsi al sole in un comodo lettino da spiaggia. Naturalmente non può mancare l’ombrellone e magari un buon cocktail in mano. Poi un bel bagno nelle fresche acque del lago con tuffo dal pontile. Non male passare una bella estate al lago di Bilancino.

Ma questo è solo l’inizio dell’estate al lago di Bilancino. Bahia Cafè dà la possibilità di fare colazione, pranzo e cena con prodotti locali freschi e saporiti. La cena in particolare acquista uno spessore maggiore grazie ai colori del tramonto sul lago.

Nell’estate al Lago di Bilancino non mancano le occasioni di gioco e di movimento per grandi e piccini. Intorno al Bahia si trova un bel campo da beach volley/beach tennis, biliardino e ping pong. Si possono anche noleggiare canoe 1 e 2 posti, pedalò e Sup. Il sabato pomeriggio per tutta l’estate i bambini son previsti spettacoli di magia e cabaret.

In realtà ci sono diverse risposte a questa domanda sul consulente di viaggio, ma tutte possono riassumersi in 5 principi di base. Perché dovresti affidare la tua vacanza ad un consulente di viaggio?
 
1) UN CONSULENTE DI VIAGGI E’ UN PROFESSIONISTA ESPERTO E QUALIFICATO
Credo che tu abbia bisogno di un consulente / agente di viaggi vacanze che sia in primo luogo un professionista qualificato.

Internet è uno strumento formidabile ma ha anche aspetti negativi. Troverai molte informazioni e probabilmente troverai anche ciò di cui hai bisogno. Ma a quali costi? Il primo è il tempo.

Sessioni infinite per setacciare il web, e rimanere con un pugno di mosche in mano. Le cose diventano ancora più complicate se hai in mente qualcosa di particolare e un pò fuori dagli itinerari classici come un viaggio su misura.

Vuoi sapere un’altra differenza tra internet ed il tuo consulente di viaggi? Il tuo consulente di viaggio ti ricontatterà mentre Internet non lo farà!! 🙂 

2) FACILE COMUNICAZIONE
Hai bisogno di un agente con cui parlare dei tuoi sogni e persino delle tue esigenze particolari, dei tuoi vizi e dei tuoi capricci durante le tue vacanze. Il consulente di viaggio è un buon ascoltatore che ti risponde con feedback rapidi e sinceri.
Grazie alla tecnologia oggi possiamo gestire le conversazioni via skype, Whatsapp, hangout o facetime. Sono sempre disponibile per videoconferenze o chiamate con qualsiasi piattaforma tu voglia.

3) ASSEMBLAGGIO DI UNA VACANZA DA SOGNO
Tutti, quando pensano a una vacanza, la immaginano come un sogno che si avvera!
Spesso, tuttavia, tutto ciò rimane solo un desiderio e ricade su soluzioni più economiche, sia per la cronica mancanza di tempo da dedicare alla pianificazione, sia per i molti eventi inaspettati nascosti dietro l’angolo.

Affidarsi a un agente di viaggio significa affidare il vostro sogno ad un professionista in grado di trovare la soluzione migliore. Dalla destinazione scelta, all’alloggio, dalle escursioni da fare in loco al miglior posto dove fare un aperitivo. Quindi, perché accontentarsi di ciò che offre il caso, o peggio, vivere un’esperienza da incubo, quando c’è qualcuno pronto a consigliarti e a fornirti la migliore soluzione?

4) ASSISTENZA DURANTE LA TUA VACANZA
Oltre ad assisterti nella prenotazione della tua vacanza, durante il viaggio il tuo consulente di viaggio personale diventa una sorta di angelo custode, pronto ad intervenire in caso di incomprensioni, difficoltà e imprevisti che possono accadere.
Infatti un consulente di viaggio segue i clienti anche durante il loro soggiorno ed è sempre disponibile per qualsiasi richiesta.

5) MIGLIOR RAPPORTO QUALITA’-PREZZO
Ti aiuta a stare lontano dalle false promozioni.

Va tuttavia aggiunto che è vero che il ricorso ad un professionista può sembrare a prima vista più costoso del viaggio fai-da-te, ma è anche vero che in molti casi “chi meno spende, più spende”

Infatti, a meno che tu non sia un esperto viaggiatore e organizzatore, non è un’idea peregrina trovarti impantanato tra spese inaspettate e fastidiose che possono costarti molto di più dello stesso servizio offerto dagli esperti del settore.

Strano a dirsi: risparmiare pagando qualcosa in più? Sì proprio così!

Se ogni volta che torni a casa ti sei trovato a spendere molto più del budget, affidarti a un esperto assicurerà un’attenta gestione delle tue risorse.

Adesso ti starai chiedendo perchè il tuo consulente di viaggio sarà così devoto all’organizzazione e follow up del tuo viaggio?

Semplice! Credo che la migliore pubblicità provenga dal pubblico. Quindi condividere la mia passione per i viaggi oltre a essere personalmente gratificante è anche una forma di investimento economico.

Mugello&Tuscany è’una band single-girl ma questo non significa che io suoni tutti gli strumenti da sola. Piuttosto il contrario!

Negli ultimi anni ho avuto la fortuna di trovare personale eccellente che mi aiuta a implementare e supervisionare tutte le attività.

La prima novità del 2019 è la stretta collaborazione di una solida agenzia sul territorio fiorentino, VANESSA VIAGGI, che oltre ad essere un ottimo supporto ci permette di ampliare tutte le nostre offerte con voli, treni, attività fuori dalla Toscana e uno staff ottimo.

La gamma dei tour di Mugello&Tuscany è per il momento prevalentemente incentrata su ciò che mi piace di più: avventura / sport e viaggi enogastronomici.

A chi sono rivolti i miei tour? A chiunque abbia voglia di immergersi nella genuina ospitalità toscana e vivere un’esperienza autentica senza sentirsi un turista in fila!!

Beh, posso azzardare a dire che sono stata davvero fortunata.  Ho una squadra meravigliosa che copre tutto ciò di cui i miei clienti avranno bisogno!

Rafting avventura a Firenze continua a seguire le avventure del nostro gruppo di esperti dell’ATWS (Adventure Travel World Summit). Ecco la squadra degli iscritti per il pacchetto vacanza avventura nel Mugello. Caroline Australia, Laura UK, Nicola Canada, Shannon Canada, Dineke USA, Kirsten USA, Julie USA, Elin Islanda, Edmund South Africa. Tutte queste persone sono operatori turistici, blogger, giornalisti di viaggi avventura ed esperti di marketing turistico.

12 ottobre 2018 all’alba della nostra rafting avventura a Firenze. Ci troviamo ancora presso il rifugio i Diacci nell’alto Mugello. Deliziosa colazione toscana con prodotti genuini dell’appennino (marmellata di more e miele di castagno). Pane rigorosamente fatto in casa su forno a legna. Camminata mattutina dal rifugio i Diacci fino alla strada provinciale del passo della Sambuca. Ciò perché il pulmino non può scendere fino al rifugio.

Transfer a Firenze fino a Piazza Poggi presso Porta San Niccolò. Rafting avventura a Firenze fa parte di un più ampio pacchetto Toscana Vacanza Avventura.  Imbarco su canotto gonfiabile inflated dinghy fino a ponte vecchio con aperitivo a taralli e prosecco.  Anche per la giornata fiorentina la guida è sempre l’esperto Enrico di T-rafting.  Sono solo alcune pennellate per dare un’idea della meraviglia di questa piccola avventura fluviale cittadina. I nostri clienti sono dei professionisti del turismo. Non è facile trovare qualcosa d’interessante nel campo avventura per persone simili. Il risultato è stato tuttavia estremamente lusinghiero per Mugello and Tuscany.

Il castello o Villa di Cafaggiolo in Mugello è patrimonio UNESCO dal 2013. Il riconoscimento è stato dato insieme al castello del Trebbio e alla villa e parco Demidoff a Pratolino. Infatti i’attestato è relativo a castelli, ville e parchi medicei della Toscana. Il Mugello ne può vantare ben 3 ed è un piccolo record.  Qualche tempo fa abbiamo già parlato del castello del Trebbio. Il castello o villa di Cafaggiolo in Mugello è il tema di questo blog di Mugello&Tuscany.

La Villa di Cafaggiolo in Mugello fu una delle residenze preferite da Lorenzo il Magnifico. Essa fu realizzata dall’archistar dei Medici: Michelozzo Michelozzi già attivo in Mugello. Negli stessi anni infatti Michelozzo si trova a lavorare alla ristrutturazione del vicino Bosco ai Frati.  Altri edifici della zona su cui lavora Michelozzo sono le Logge Medicee e la chiesa di Sant’Andrea a Barberino.

Naturalmente la commissione della costruzione di Cafaggiolo avvenne per mano di Cosimo il Vecchio. L’aspetto era diverso da quello attuale. C’erano il ponte levatoio e il fossato ma tutta la struttura appariva ingentilita da uno stile più residenziale.  Dietro la villa è rimasto intatto un vasto bosco selvatico con mura. Esso era destinato agli svaghi della caccia a cui si dedicavano i membri della famiglia medicea.

La villa fu luogo di ritrovo della crema economico-culturale dell’epoca rinascimentale. La villa o castello di Cafaggiolo in Mugello fu soprattutto dimora dei soggiorni estivi e autunnali dei potenti signori di Firenze.

A Cafaggiolo Luigi Pulci declamava il Morgante e Lorenzo il Magnifico componeva rime, sonetti e canti carnascialeschi. Un suo  componimento famoso legato al Mugello è “La Nencia da Barberino”.  A Cafaggiolo soggiornarono il Poliziano, Marsilio Ficino, Pico della Mirandola e altri maestri dell’umanesimo.  nel 1515 vi sostò Leone X Medici figlio del Magnifico. Egli trascorse da bambino lunghi periodi di vacanza a Cafaggiolo con Papà Lorenzo e la madre Clarice Orsini.  Vi furono altri 2 papi della famiglia Medici dopo Leone X: Clemente VII e Leone XI. Degli ultimi 2 non ci sono tuttavia prove del loro soggiorno nella Villa di Cafaggiolo in Mugello.

Non è affatto una esagerazione parlare di Galliano meraviglia del Mugello. Come per altre zone del Mugello anche Galliano è legato alla nobile famiglia degli Ubaldini.  Intorno all’anno 1000 s’iniziò a formare il borgo ai piedi del castello detto Palazzaccio. Tuttavia gli Ubaldini possedevano anche l’antica villa del Monte. Qui è stata trovata un’antica iscrizione riferita a feudatari mugellani risalente all’inizio del XII secolo.  

Come altri tipici paesi toscani, Galliano meraviglia del Mugello era circondato da mura in pietrame di fiume. Il paese si trovava e tutt’ora si trova tra il fiume Sorcella e il Tavaiano. Entrambi oggi si gettano nel lago di Bilancino. Le abitazioni erano strette e lunghe e si affacciavano sulla via interna.  Come consuetudine per tutti i borghi fiorentini, la chiesa venne edificata fuori dalle mura. Ben prima dell’anno 1000 esisteva una chiesa intitolata a San Pietro e un piccolo monastero. Secondo la tradizione la nuova chiesa dedicata a San Bartolomeo apostolo fu inaugurata e consacrata da un personaggio eccezionale.

Si tratta del santo archivescovo di Canterbury Thomas Becket martire della fede. Egli si trovò a passare da Galliano nel 1163 e sembra officiasse il rito di inaugurazione e consacrazione della nuova chiesa di Galliano.

Veniamo al nome di Galliano meraviglia del Mugello. Qualcuno ha creduto di far risalire il nome ai celti o galli basandosi su qualche sporadico toponimo della zona. Tuttavia la dicitura “Borgum” o “Castrum Gallani” sembra riferirsi proprio al gallo. Infatti l’immagine del gallo si trovava almeno su una delle porte principali.

Galliano meraviglia del Mugello ha ospitato almeno in un paio d’occasioni persino l’imperatore Ferderico II e forse anche il nonno imperatore Barbarossa. Marco da Galliano famoso compositore e considerato cofondatore dell’opera è originario di questo paese.