Siamo finalmente lieti di affermare che, nonostante l’emergenza sanitaria, potremo tornare presto a visitare paesi vicini e lontani!!

In questi giorni sia l’agenzia nazionale italiana del turismo, sia Dario Franceschini, ministro ai beni culturali e del turismo, hanno confermato questa prospettiva. Rimarrà dunque intatta la possibilità di trascorrere una vacanza sostenibile nel Mugello.

In non poche culture la crisi è anche un’opportunità. Questa situazione di difficoltà potrebbe aiutarci a prediligere e incentivare una nuova forma di turismo. Un turismo consapevole, meno impattante dal punto di vista ecologico e che superi le storture del turismo di massa.
Tutti gli operatori si dovranno impegnare più di prima per dare una nuova spinta progettuale al settore del turismo. Così potremo ripartire addirittura con maggiore energia, senza però dimenticarci la necessità di renderlo sicuro e sostenibile.

Il turismo è sostenibile quando tiene in considerazione l’impatto ambientale e socio-economico delle presenze in un dato territorio. D’ora in avanti renderlo tale è e sarà una necessità per rispondere alle esigenze dei clienti, dell’ambiente e delle comunità ospitanti.

Ed è proprio un turismo sostenibile e lento quello che da sempre vogliamo offrire con le esperienze autentiche proposte da Mugello&Tuscany.