VACANZA AVVENTURA VICINO FIRENZE

Per parlare di vacanza avventura vcino Firenze ci soffermeremo questa volta su packrafting in Mugello.  Il Mugello non è solo il famoso circuito del MotoGP  o le montagne dell’Appennino. II Mugello è anche un’incredibile mescolanza di valli laterali del fiume Sieve, di bacini d’acqua, di colline e vigneti. Non solo ma nel Mugello si possono ammirare molti luoghi “segreti” solo apparentemente minori. Tra di essi l’affascinante Bosco ai Frati e panorami mozzafiato come quelli del Castello del Trebbio o del monastero di Monte Senario.

Nel Mugello c’è anche il lago di Bilancino, il più grande lago artificiale della Toscana. Con la sua costa solitaria e boscosa e le sue acque cristalline è il “mare interno” della Toscana. Il Lago di Bilancino attrae molta gente durante la stagione estiva ma gode di un tocco più rilassato e invitante durante la media e bassa stagione. Partendo da questo sfondo, vogliamo parlarvi di un’esperianza di vacanza avventura nuova e piacevole. Si tratta del packrafting tra terra e acqua nel cuore del Mugello.

L’idea di Mugello&Tuscany in collaborazione coi propri partner ha dato vita ad un’esperienza nuova di vacanza avventura vicino Firenze. Il tracciato  mescola la “Via degli Dei” (terra) e la traversata del lago di Bilancino (acqua) con il packraft. Cos’è un packraft? è una piccola e leggera canoa singola di meno di meno di 2 kg. Essa viene fissata sullo zaino durante le escursioni e gonfiata e dispiegata quando si devono attraversare tratti d’acqua. La pista inizia a Galliano, un antico borgo la cui fondazione risale ai Celti.

Camminando tra campi e boschi, si raggiunge l’oasi del WWF di Gabbianello. Da qui in poi si gonfieranno i packrafts per attraversare il lago Bilancino da nord a sud. Giunti sulla costa si sgonfiano e si ripongono i packaraft negli zaini. Successivamente si sale per raggiungere il Castello del Trebbio. Esso è il primo dei castelli Medicei in Toscana e insieme al vicinissimo Castello di Cafaggiolo, patrimonio dell’Unesco dal 2013). L’obiettivo finale sarà la fattoria di Canneto III famosa per il suo vino rosso Merlot, dove si potrà godere di una meravigliosa degustazione di vini.

Poche parole sul Sentiero di via degli Dei che è parte integrante del pacchetto vacanza avventura vicino Firenze. da Fiesole a Felsina (attuale Bologna), gli Etruschi percorsero questo sentiero per sviluppare il loro commercio e estendere il loro dominio sulla Pianura Padana per almeno quattro secoli (VII-IV secolo aC). Fu allora che i Romani, fondando la colonia di Bononia (Bologna) nel 189 aC, sentirono la necessità di assicurare un collegamento con Arezzo e Roma passando per gli Appennini. Costruirono così, lungo il sentiero etrusco, una vera e propria strada. Anche nel Medioevo la gente continuava a camminare e a percorrere questo antico sentiero considerato il modo più semplice per attraversare l’Appennino. Così, la pavimentazione romana fu sostituita da un semplice sentiero, una sorta di mulattiera più stretta senza pavimentazione, usata solo dai viaggiatori che avevano bisogno di percorrere questa strada. Oggi la “Via degli Dei” è diventata una delle principali attrazioni turistiche dell’Appennino tosco-emiliano. (fonte: www.viadeglidei.it ).

Dettagli della vacanza avventura vicino Firenze.

Luogo: Mugello (San Piero a Sieve, Barberino del Mugello)

Persone: da 2 a 6

Pasti: degustazione di vini + pranzo leggero

Periodo di svolgimento: tutto l’anno

Attività sportive: Hiking + Packrafting.

Difficoltà: media

Chi può partecipare al tour: per questo tour non sono richieste particolari abilità fisiche

Dettagli tecnici: i passeggeri devono indossare abiti adeguati in base alla stagione.

INCLUDE

Guide qualificate per esperti ambientali

Packraft, pagaia, giubbotto di salvataggio

Servizio di trasferimento completo in furgone

Visita di un’azienda vinicola, degustazione di vini e pranzo leggero

Zaino (su richiesta)

carmen@mugello.tuscany.com

About Author

client-photo-1
manucar
like writing about the Mugello, Florence and Tuscany. English teacher at IIS Giotto Ulivi.

Comments

Lascia un commento