Le vacanze in fattoria presso Firenze sono l’deale per famiglie con bambini. Nel Mugello vi sono diversi agriturismi adatti per vacanze in fattoria presso Firenze come quello di Elena e Fabio. Loro la vita nei campi l’hanno sempre amata. Così, quando Fabio e Elena hanno pensato di metter su casa, l’hanno voluta in aperta campagna nelle montagne sopra Vicchio.

Una natura incontaminata nella più bella campagna toscana luogo ideale per delle vacanze in fattoria presso Firenze.

Ecco allora arrivare l’idea della fattoria didattica: “Mi piace tanto stare con i piccoli  –ci dice Elena-, così ho ritirato fuori la mia tesi sulle fattorie didattiche in Mugello, e quasi per gioco ho fatto una prova”. Abbiamo ricevuto molte risposte positive sia da scuole che da privati italiani e stranieri

Moda e alta cucina a Firenze sono da un po’ di tempo un’abbinata vincente. Si sa che Firenze è tradizionalmente una città della moda. Infatti Gucci, Cavalli, Pucci, Ricci e Ferragamo sono tutti nati qui. Anche la prima sfilata di moda in Italia si è svolta a Palazzo pitti nel 1951.

Oltre a Gucci (cfr blog del 5 maggio 2018) anche i Ferragamo hanno un museo con la storia di salvatore emigrato in America e tornato come calzolaio delle star da Marylin a Grace Kelly e Brigitte Bardot. Hanno anche alcuni hotel attorno a Ponte Vecchio con finestre a picco sull’Arno e terrazze affacciate sul cupolone del Brunelleschi.

La stella l’hanno ottenuta a Borgo San Jacopo il ristorante del Lungarno Hotel. Tutto è successo appena arrivato lo chef Peter Brunel, trentino di modi delicati e sorriso largo. Soprattutto uomo dalle mani d’oro con cui prepara piatti esplosi per distinguere ogni ingrediente e ogni consistenza.

Bottoni ripieni di lumaca e patata liquida con asparagi o l’insalata di quinoa con verdure crude, cotte in salamoia, puree e germogli. Sono foglioline di pochi millimetri, petali di fiori, gocce cremose che Brunel sistema con le pinzette. Dimentichiamoci il cuoco con il mestolo e il cilindro in testa. Ora si usano strumenti da estetista. “bisogna sempre sperimentare” spiega Brunel. “Vi Immaginate se la Ferrari producesse la testarossa come 30 anni fa? Se vuole restare un mito deve evolversi. Deve avere il motore, i materiali, gli allestimenti più innovativi sul mercato. Così deve essere la cucina: tradizionale ma al contempo anche attuale”.

Nell’ultimio post di aprile, abbiamo parlato dell’alta cucina a Firenze nel 2018 connessa a Piazza Signoria. Oggi vogliamo introdurvi ad una nuova entry sempre collegata alla stessa bella piazza fiorentina.

Si tratta dei marchesi Frescobaldi che hanno aperto da qualche mese il loro omonimo ristorante proprio in Piazza Signoria. Il gruppo marchesi Frescobaldi nobili a Firenze sin dal XV secolo, di fatto sono diventati una vera e propria garanzia di alta cucina a Firenze.  E’ vero che il marchio è partito originariamente dai vini. Ottimi quelli del Mugello e Valdisieve quali i chianti Rufina castello di Pomino e castello di Nipozzano. Eccellenti i supertuscans delle tenute dell’Ornellaia e del Masseto di Bolgheri nell’alta Maremma toscana.

I Frescobaldi col nuovo ristorante hanno confermato il prorio interesse per uno stile d’alta cucina a Firenze nel 2018. Tale stile si basa su un’impeccabile connubio di caratura mondiale di vini e piatti . Ora che si affaccia su uno degli scenari più belli al mondo, il ristorante è stato concepito in maniera affascinante. Si tratta di un concept stile foyer con divanetti in velluto rosso, specchi e manifesti di vecchie Traviate e Tourandot. L’aria retrò che emana è davvero deliziosa.